sabato 13 agosto 2016

Le scie chimiche? Gli scienziati sono concordi: una bufala

Corriere della sera

Secondo uno studio condotto presso la Carnegie Institution for Scienze, 76 climatologi interpellati sui 77 totali si dicono certi che non ci sia alcuna evidenza scientifica della teoria del complotto. Alla quale dà credito, però, il 17% della popolazione 

 

La teoria del complotto sulle scie chimiche è ben nota e circola da tempo. Ma per gli scienziati «non esiste alcuna prova evidente della loro esistenza». Eppure quasi due persone su dieci ci credono.

Che le scie di condensazione visibili nell’atmosfera terrestre e rilasciate dagli aerei non siano scie di vapore acqueo ma composte da agenti chimici e biologici diffusi per un programma segreto dei governi, è una teoria che circola dalla fine degli anni Novanta del secolo scorso. E un sondaggio internazionale condotto nel 2011 ha dimostrato che quasi il 17% crede, o almeno è parzialmente convinto che quel programma esista. 

Non sono della stessa opinione scienziati e studiosi del clima, almeno stando a uno studio condotto presso la Carnegie Institution for Science, a Washington. Settantasette di loro sono stati interpellati sulle scie chimiche e tutti, tranne uno, hanno spiegato di non aver mai trovato prove della loro reale esistenza. «Abbiamo voluto realizzare un sondaggio fra gli scienziati su questo - ha spiegato Steven Davis, uno degli autori dello studio, pubblicato nelle “Environmental Research Letters” - gli esperti hanno clamorosamente respinto le fotografie e i risultati di alcuni test come prova dell’esistenza delle scie». 

In sostanza, spiegano, le scie che vengono avvistate nel cielo e che rimangono visibili per ore, sono quelle dei motori a reazione degli aerei. Aria calda, che in contrasto con la bassa pressione dell’atmosfera, crea un effetto condensa che poi rimane visibile. Insomma, secondo gli scienziati il complotto delle scie chimiche è una bufala. Ma chissà se questo studio basterà a far cambiare idea a chi invece è convinto della loro esistenza. 

13 agosto 2016 (modifica il 13 agosto 2016 | 14:46)

lunedì 13 ottobre 2014

Le 15 domande a Rosario Marcianò

FONTE: ilsovranista.it

in collaborazione Jacopo Cioni e Chiara Priorini, promosso da Gianni Traversi.

Rosario Marcianò

1) Chi è Rosario Marcianò, quali sono le sue competenze, di cosa si occupa?
Sono semplicemente uno che da fastidio.

2) Per quale ragione ti sei impegnato in una battaglia dura come le scie chimiche o la geoingegneria in generale?
Per indole mi sono sempre battuto contro i soprusi e ritengo che l’avvelenamento dei biosistemi nonché degli organismi viventi sia un crimine da combattere.

3) Quali sono le avversità che hai incontrato più frequentemente durante il tuo lavoro informativo?
Attacchi ad-personam e quindi diffamazione, calunnia, minacce, furti, attentati, stalking dal 2005 e cioé da quando ho iniziato ad occuparmi di guerra climatica.

4) Il lavoro di persone come te ha aperto degli spiragli con la scienza ufficiale? A che punto siamo?
Sì, la scienza ufficiale si è barricata nel suo fortino e, in cooperazione con i disinformatori di professione, fa disinformazione.

5) Parliamo di “geoingegneria” cominciando da quella Ufficiale. Tu ne scrivi nel tuo sito. A proposito di geoingegneria ‘ufficiale’, che la C.I.A. abbia stanziato 630.000 dollari per finanziare un progetto di modifica climatica”. Quali scuse ufficialmente vengono addotte per giustificare questi finanziamenti?
Le operazioni di geoingegneria clandestina, benché siano la causa dei cambiamenti climatici in corso, è auspicata per risolvere un ipotetico “effetto serra” da CO2. Ovviamente si tratta di mera copertura mediatica, volta a legalizzare quelle che ora sono operazioni “top secret” e che hanno scopi ben diversi.

6) A cosa si riferiscono quando dicono “interventi” sul clima?
Diffondere in atmosfera metalli, solfuri, polimeri e nanoparticelle di vetro dovrebbe, secondo i fautori della geoingegneria ufficiale, limitare il surriscaldamento della terra, frapponendo uno strato “protettivo” utile a riflettere i raggi solari verso lo spazio. Non si tiene conto degli effetti catastrofici per la vita sulla terra ed inoltre non si considera (volutamente) che la dispersione in bassa atmosfera di metalli e sulfuri è la causa stessa di un indotto “effetto atmosfera”, poiché detti elementi chimici ingabbiano la radiazione infrarossa proveniente dalla terra e ne impediscono quindi il raffreddamento. Ad ogni modo i cambiamenti climatici da CO2 sono una menzogna bella e buona, data in pasto ai media per coprire le operazioni di guerra climatica in corso d’opera dai primi anni sessanta del ventesimo secolo.

alluminio 3

A tal proposito è opportuno citare questo documento (http://www.tanker-enemy.com/PDF/in-weather-modification.pdf), risalente al 1966, che costituisce una prova schiacciante. Dovrebbe rappresentare un forte campanello d’allarme per tutti quelli che ancora negano l’esistenza di massicce attività di modificazione meteorologica e climatica, operazioni che sono compiute dai vari governi di tutto il mondo. Il materiale delinea con dovizia di particolari l’esistenza di programmi di modifica del tempo negli Stati Uniti, piani riferibili ad un decennio anteriore alla stesura del testo in questione. Lo scritto descrive una “commissione speciale” volta a coordinare le molteplici agenzie governative coinvolte nei funesti programmi di Geoingegneria negli Stati Uniti, assieme a collaboratori indipendenti ed alle università. La commissione si prefigge di valutare e gestire gli impatti internazionali, le conseguenze legali e sociali, le estinzioni di specie viventi, le conseguenze biologiche delle operazioni di Geoingegneria clandestina. Una mole abnorme di dati rende sempre più chiaro che quasi nessuno di noi, che è vissuto in questi ultimi decenni, ha conosciuto un tempo del tutto naturale. E’ palese che i geoingegneri giocano, come fossero Dio, con la biosfera probabilmente da sessant’anni o più. E’ pure assodato che, negli ultimi lustri, l’ambito e la portata di questi rovinosi interventi sono dilagati a tal punto che il sistema intero del clima e gli equilibri biologici sono prossimi al punto di rottura.

7) Esiste un modo per sapere come investiranno esattamente questi 630.000 dollari?
Lo stanno già facendo. Hai presente quelle scie nel cielo? Ecco.
Aggiungo il LINK di un video (la redazione).

8) Secondo te quali saranno i reali scopi del prossimo futuro, quelli ufficiosi, non quelli ufficiali?
Il principale obiettivo è quello di ottimizzare il medium atmosferico per i segnali tra radar fissi e postazioni mobili di terra e cielo ed i satelliti in orbita. Infatti le nuove tecnologie per le comunicazioni, sia in ambito civile sia in ambito militare, sono cieche in presenza di formazioni imbrifere. Da qui la necessità di distruggere la nuvolosità naturale, sostituendola con quelle che l’U.S.A.F., nello studio “Owning the weather in 2025″, difinisce “smart clouds”, ovvero “nuvole intelligenti”.

WX

“The fundamentals of aircraft combat survibability: analysis and design” di Robert A. Ball, è un voluminoso testo sulle strategie militari da cui si possono ricavare molte prove di correlazioni a suo tempo individuate. Molti ricercatori e scienziati indipendenti hanno studiato il legame tra la diminuzione di umidità e le attività chimiche. Tra i primi, fu Paolo C. Fienga, astrofisico, a rilevare che gli aerosol determinavano una brusca e netta flessione dei valori igrometrici. L’esperto purtroppo, subito calunniato e vilipeso dai disinformatori, lasciò cadere la cosa. Tuttavia gli studi sono continuati ed anche semplici osservatori possono constatare che, non appena nel cielo si formano dei nembi, soprattutto cumuli, intere squadriglie di aerei decollano per dissolverli. Qual è il principale motivo di questo accanimento contro le nuvole? Le idrometeore (pioggia, neve e nebbia) sono un ostacolo per i segnali elettromagnetici nell’atmosfera.

La dispersione nell’atmosfera di metalli elettroconduttivi ed igroscopici, soprattutto il bario, si lega ad un sistema integrato che implica l’uso di aerei AWACS, di satelliti in orbita geostazionaria e di radar VLF ed ELF a terra. Gli AWACS sono dotati, dal 2003, grazie ad un contratto con la società MITRE, di sofisticate apparecchiature elettroniche che consentono di riprodurre il territorio in modalità tridimensionale. Mi riferisco al Progetto RFMP, un programma appunto basato sulla connessione tra diffusione di sali di bario e specifiche esigenze legate alle comunicazioni radar e satellitari di ultima generazione, atte alla scansione e mappatura elettronica di intere regioni a fini strategici. Il progetto della Marina militare statunitense RFMP, ovvero “Pianificatore delle frequenze radio di missione”, è il nome di sistema dato ad un gruppo di programmi informatici. Uno dei sottoprogrammi, nell’ambito di tale sistema, è il VRTPE che consente di osservare su un monitor il campo di battaglia in una configurazione tridimensionale.

Il sistema RFMP dipende dai satelliti per ricavare e caricare le immagini del terreno di combattimento, per poi combinarle con l’immagine ripresa a terra, producendo così rappresentazioni tridimensionali. Il sistema RFMP funziona adeguatamente solo sull’acqua e lungo le linee di costa, ma non sulle masse terrestri, perché il radar per operare al meglio, ha bisogno di condizioni atmosferiche particolari. I militari hanno risolto questo problema, impiegando squadriglie di aerei che rilasciano nell’atmosfera una miscela di sali di bario, così da creare un canale per le frequenze radio. Ciò produce un ambiente adatto alla trasmissione di onde radio per il sistema RFMP/VRTPE.

9) Per quale ragione, non dico le forze politiche, ma gli uomini politici, quelli almeno non collusi, si rifiutano di affrontare il problema geoingegneria? Non hanno occhi per vedere le scie chimiche o le torri H.A.A.R.P.?
Il potere del denaro ed i privilegi assunti impediscono a questo cancro del sistema di agire a favore dei cittadini che, purtroppo, ancora si illudono che il voto sia sinonimo di democrazia.

10) Perchè, secondo te, Wikipedia da informazioni completamente diverse se lo si legge in italiano o in inglese? Non è cambiando lingua che cambiano le “situazioni”.
Wikipedia è una creatura dei servizi e, per quanto riguarda l’Italia, è sotto il controllo della disinformazione istituzionalizzata. D’altronde il nostro paese è la culla delle stragi di Stato, laddove i servizi segreti non deviati sono stati gli artefici di trent’anni di terrore e quindi non c’è da stupirsi se certe pagine siano sotto la supervisione di queste entità.

11) Questa differenza di informazioni da paese a paese, da sito web a sito web, all’interno anche dello stesso sito web, non è una cosa che andrebbe denunciata?
A chi? Alla magistratura? Ai giornali? Ai politici? Impossibile avere risposte da un sistema corrotto che sostenta se stesso attraverso la menzogna e la censura.

12) Il disastro ambientale di Fukushima, a tuo avviso, con le tecnologie di cui oggi disponiamo (dispongono negando spesso di disporne) non si potrebbe limitare i danni all’ambiente, a noi stessi?
Temo non sia possibile. Ormai il disastro di Fukushima è fuori controllo, anche se, come ovvio, i media di regime preferiscono occuparsi di Renzi, Berlusconi e quella pagliacciata che sarebbe il nuovo sistema elettorale.

13) Parliamo anche del fatto che nei testi scolastici ora si studia il “controllo delle emissioni e la geoingegneria” è un modo per indottrinare le giovani menti facendogli credere fischi per fiaschi? Cosa ne pensi?
Noi siamo l’ultima generazione ancora consapevole ed in grado di poter porre ostacolo all’instaurazione di un superstato che fa impallidire il libro “1984″. Le nuove generazioni sono vittima di un lavaggio del cervello continuo ed incessante. Il risultato lo vediamo già oggi ed in futuro si formeranno automi indottrinati al posto di uomini senzienti.

14) Voglio domandarti anche se sai qualcosa di più preciso riguardo la notizia che ha girato nei social sulle presunte vaccinazioni di massa in Australia per mezzo di irrorazione aerea, si tratta di notizie reali?
Tutto vero. Presto in Australia potrebbe essere attuata una campagna di vaccinazione per mezzo di aerei. Il 4 dicembre scorso è stata diramata la notizia secondo cui sarà affidato all’azienda farmaceutica PaxVax il compito di eseguire un’immunizzazione di massa tramite aerosol. L’operazione riguarderà Queensland, South Australia, Victoria e Western Australia. La PaxVax ha chiesto al Department of Health Office of the Gene Technology Regulator (DHO-GTR), Dipartimento della salute preposto alle tecnologie geniche, di poter sperimentare un vaccino contenente il batterio del colera geneticamente modificato. PaxVax ha garantito un certo numero di misure di controllo per limitare la diffusione e la persistenza del vaccino transgenico al fine di non danneggiare la flora e la fauna delle aree scelte per il test che durerà un anno.

Il Vibrio cholerae è l’agente eziologico della gastroenterite nota come colera, patologia che è tipicamente legata al consumo di acqua contaminata. Il patogeno del colera si trova in ambienti acquatici nelle zone tropicali ed è stato isolato in alcune aree dell’Australia del Nord. Secondo il sito del DHO, “questo test sarà parte di tre studi clinici internazionali che coprono diverse fasce di età. Il programma comporterà l’inoculazione di bambini ed adulti in Australia tramite ingestione orale del vaccino. Lo scopo della prova è di verificare l’efficacia dell’antidoto nella produzione di una risposta immunitaria contro il colera”. Negli Stati Uniti ed altrove furono condotte campagne per vaccinare il bestiame tramite la dispersione di involucri contenenti il prodotto. I pacchetti erano dispersi da piccoli velivoli e da aerei. Anche la popolazione fu “vaccinata” a sua insaputa. Nel 2006 Michael Greenwood scrisse un articolo per la Yale School of Public Health dal titolo “L’irrorazione aerea riduce efficacemente l’incidenza del virus del Nilo occidentale tra gli esseri umani”. Nello studio si afferma che l’incidenza della malattia può essere significativamente contenuta attraverso lo spargimento aereo (sic) di appositi antidoti su vasta scala.

15) Sul tuo sito citi una lunga serie di nomi, scienziati che si sono pronunciati cosa puoi dirci di più?
I negazionisti sono soliti pontificare dicendo che nessuno scienziato si occupa o si è mai occupato di geoingegneria clandestina (alias scie chimiche), dunque essa non esiste. Siamo al cospetto di un volgare paralogismo, spacciato per ragionamento. Qualche depistatore ammette che un paio di studiosi hanno accennato alla “guerra climatica”, ma che le loro ricerche non sono state inserite su riviste referate, con tutti i crismi dell’ufficialità. Questa asserzione è falsa: ad esempio, il medico veterinario Mark Purdey pubblicò degli studi referati in cui correlava la dispersione di bario in atmosfera all’encefalite spongiforme. Naturalmente gli occultatori ignorano Purdey, come disdegnano tutti gli altri esperti. La storia degli studi referati è comunque stucchevole: è una prassi invalsa nel mondo accademico attuale, un’enclave contraria ad ogni innovazione che rischi di mettere a repentaglio gli immensi privilegi con cui questa aristocrazia del nulla perpetua sé stessa e lo status quo. Gli scienziati autentici quasi sempre operano al di fuori del feudo baronale. Vilipesi, isolati, persino intimiditi, le loro acquisizioni sono alla fine accettate ma postume. Le scoperte degli investigatori genuini non hanno bisogno dell’imprimatur papale.

Nella visione faziosa e dogmatica degli occultatori la “scienza” coincide con l’accozzaglia delle versioni autorizzate, ratificate dal potere, dalla casta dominante. La loro “scienza” non è neppure un pallido simulacro del sapere galileiano-newtoniano, con i suoi pregi ed i suoi limiti, essendo un’ideologia autoritaria e fanatica, molto più settaria di una chiesa di invasati. Gli stessi sedicenti “scienziati”, che gravitano quasi tutti attorno al C.I.C.A.P., a sua volta finanziato dai servizi, sono imbonitori, le cui conoscenze, di per sé già episodiche e farraginose, sono svilite nella propaganda più sfacciata a favore delle bugie ufficiali.
Rimando a questo link per l’elenco degli scienziati che si sono occupati, a vario titolo, della geoingegneria clandestina alias “scie chimiche”.

http://www.tankerenemy.com/2014/01/sulle-spalle-dei-giganti.html

16) Come nella tradizione del quotidiano www.ilsovranista.it l’ultima domanda è libera. Rosario Marcianò può dire ciò che vuole.
La natura letale delle correnti azioni di Geoingegneria non può essere sottovalutata. La vita sul nostro pianeta è in bilico. La Geoingegneria deve essere denunciata in ogni modo affinché sia bloccata. E’ necessario l’alacre impegno di tutti per ottenere qualche risultato. Ritengo sia opportuno riportare un mio pensiero a corollario di questa intervista, che ben si adatta a quanto sin’ora affermato.
“Della scienza asservita al potere, non so che farmene”.

Sanremo, li 31 gennaio 2014

Le 15 domande a Giorgio Pattera

Fonte : ilsovranista.it


0) La domanda prima non può che essere ovvia per chi non la conosce, chi è Giorgio Pattera?

G.PatteraGiorgio Pattera è nato a Parma il 20 maggio 1950.


TITOLI di STUDIO:
Diploma di Maturità Classica (Liceo-Ginnasio Statale <<G.D.Romagnosi>>; Parma, 1969)
Diploma di Tecnico di Laboratorio di Indagini Cliniche (Ospedali Riuniti di Parma, 1975)
Certificato d’Idoneità di Tecnico di Laboratorio Coordinatore (Liv. VII) c/o l’Istituto
Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell’Emilia (Brescia, 1990)
Diploma di Laurea in Scienze Biologiche (Università degli Studi di Parma, 1990)
Diploma di Abilitazione all’Esercizio della Professione di BIOLOGO (Università degli Studi di Parma, 1992)

Iscrizione all’Ordine Nazionale dei Biologi – Elenco Speciale n.° 006792 (Roma, 1995)
Nel 1988 riceve dal Prefetto di Parma il Decreto Provinciale di Guardia Ecologica Giurata Volontaria e nel 2000, ottiene il riconoscimento dell’Assessorato Regionale Ambiente dell’Emilia-Romagna, per la permanenza ultradecennale nel volontariato del Servizio di Vigilanza Ecologica.
Dal settembre 2004 è iscritto all’Albo dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti di Bologna.
Ha iniziato l’attività lavorativa all’Istituto di Microbiologia dell’Università Cattolica “S.Cuore” di Roma, presso il Policlinico “GEMELLI” e successivamente come Tecnico di Laboratorio c/o Ospedale Civile di Fidenza.

Infine ha prestato servizio per oltre 35 anni presso i Laboratori d’Analisi dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, con la qualifica di Tecnico d’Indagini Bio-Mediche. In un secondo tempo è stato distaccato nella Direzione Sanitaria dell’Ospedale “Maggiore”, ove ha ricoperto la funzione di Capo-Tecnico Coordinatore.

1) In che maniera la curiosità intrinseca di uno scienziato ha poi innescato il dovere di affrontare verità scomode?
Seguendo i canoni galileiani: se un fenomeno si manifesta oggettivamente, anche se non può essere IMMEDIATAMENTE inquadrato nei processi fino a quel momento conosciuti, va comunque seguito e studiato, fino ad individuarne le caratteristiche: come si forma, quando si forma, perché si forma. In caso non si tratti di fenomeno naturale, ma di derivazione antropica, occorre anche chiedersi “cui prodest”. Si deve rifuggire dal comune pensiero “Non so spiegarlo, ma non posso ammetterlo: quindi NON ESISTE, non può esistere…”; il tutto, “pro domo mea”…

2) Come ha conosciuto il fenomeno scie chimiche?
Ritengo che la precipua dote dell’Uomo di Scienza sia l’Umiltà (da non confondere col servilismo), pertanto voglio e devo essere sincero: casualmente. O meglio, ascoltando un osservatore che si era accorto, prima di me, della realtà apparentemente inspiegabile del fenomeno. Non per nulla insegnava Epitteto che l’Uomo ha due orecchie ed una sola bocca: deve ascoltare molto e parlare solo quando è sicuro di ciò che dice…; aforisma del tutto sconosciuto ai Sigg. disinformatori & negazionisti…

3) In che termini si può oggi affermare che le scie chimiche esistono, quali sono le prove, indiziarie o meno, che suggellano l’affermazione?
BBC - spruzzatori, D.3Oggi, a quasi trent’anni dalle prime “aerosolizzazioni”, parlare di “prove” è diventato inutile: forse perché ce ne sono troppe, subdolamente frammischiate a perfetti artefatti (opera di prezzolati nullafacenti, nonché seguaci del motto “Ad usum Delphini”), oppure perché ce ne sono poche, di quelle che i “Soloni” vorrebbero avere da noi? Ad entrambe le ipotesi la risposta è una sola: “Non c’è peggior sordo di chi non vuole intendere”. Ma se tralasciamo, solo per un attimo, la Filosofia (che, vorrei ricordare, nell’originaria accezione greca significa “amore per la conoscenza” = tutto un programma, ormai abbandonato in quanto considerato “giurassico”), le prove “provate” sono talmente tante che ci vorrebbe un elenco telefonico per catalogarle tutte. Ma allora dov’è il problema, si chiederà il benpensante di turno? L’unico problema è che non le hanno prodotte “loro”, dove il pronome personale assume la consueta dote di ogni verticismo: l’arroganza dell’intangibilità! “Ipse NON dixit, inde NON est!”, che oggi si tramuta in “NON visto in TV!”.

http://www.youtube.com/watch?v=v3y301g-WOE
http://www.youtube.com/watch?v=BQlmfZRBCtE
http://www.youtube.com/watch?v=rXgB2WAkgu8
http://www.bbc.com/news/world-asia-26782637?SThisFB
http://www.youtube.com/watch?v=_KEYzvUzMbI&feature=youtu.be
http://www.youtube.com/watch?v=usu70XF_re8
http://www.youtube.com/watch?v=1WWAkMgIM_w

4) Quali sono le risposte degli organi istituzionali e degli ambienti scientifici rispetto alle denunce dei ricercatori? Perché molti ambienti scientifici rifiutano di affrontare l’argomento?
FIRENZE - Minacce Assessore - D.4Inizio dalla seconda parte della domanda: avete mai sentito pronunciare dai nostri nonni la frase “…hai ragione, ma fallo/non farlo per il QUIETO VIVERE…”? Se preferite, questa è più moderna: “Principale, per carità, non mi licenziate: tengo moglie e cinque figli…!”. Alla prima parte rispondo (come non si dovrebbe fare) con un’altra domanda: dato per scontato da parte “loro” (On. Matteo Renzi, RAI 3, 10/12/13) che chi crede e/o sostiene la “complottistica” delle chemtrails deve essere sottoposto ad un T.S.O., CHI e PERCHE’ continua a minacciare, intimidire pesantemente e compiere attentati nei confronti di esponenti dell’establishment “ufficiale”? Qualche esempio? Assessore all’Ambiente del Comune di Firenze (2009); Magistrato Paolo Ferraro, 2012; Assessore all’Ambiente del Comune di Viadana, 2013. Nessuno di questi è stato rimosso dall’incarico, nonostante i “suggerimenti” di Renzi… Beh, se questi “amministratori” sono pazzi, come i complottisti, non c’è da stupirsi se l’Italia è in declino… O forse Renzi finge di non sapere “qualcosa” di diverso…?

Una serie di pdf da consultare
BBC – Renzi e TSO -D.4
BBC NEWS – D.4
Dr.FERRARO – Minacce e attentato – D.4
http://gazzettadimantova.gelocal.it/cronaca/2013/10/31/news/serata-contro-le-scie-chimiche-mail-minacciosa-all-assessore-1.8030386

5) Allo stato attuale delle cose che percezione ha Giorgio Pattera rispetto alla gente, vede una maggiore coscienza oppure una totale cecità al fenomeno?
Onestamente, da quando ho iniziato ad occuparmi della divulgazione, devo riconoscere che la gente ha acquisito una maggiore consapevolezza intorno al problema. Purtroppo però la cosiddetta “massa critica” è ancora lungi dall’essere raggiunta; ma quel ch’è più disarmante non è tanto l’incredulità o l’indifferenza, quanto la rassegnazione, da una parte, mentre dall’altra, allorché si invita la gente ad agire, pur nella legalità, sorgono spontanei mille alibi: “…non ho tempo… ma io da solo non riuscirò mai ad ottenere nulla… ci devono pensare i nostri governanti”, ecc.

6) Qual è lo scopo delle scie chimiche, a cosa servono?
Ovviamente ci sono due versioni: quella “ufficiale” (sì, avete capito bene: ormai le “istituzioni” sono state talmente smascherate che non provano più a negare, ma ammettono gli aerosol per scopi “utili”): http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/12061831 e quella “criptata”, che si intuisce facilmente, come l’albero, dai “frutti” che rilascia nell’ambiente. Da iniziali scopi di carattere militare (camuffati dall’obsoleta dizione “a salvaguardia della sicurezza nazionale” o “antiterrorismo”), formalmente indicati come “implementazione dei segnali e trasmissioni in radiofrequenza – radar – TV – satellitari”, in sinergia col progetto HAARP, si è passati ad una seconda “lettura” (il controllo della climatologia a livello locale e la modifica degli eventi meteo), poi ad una terza (la schermatura dell’irradiamento solare, per limitare l’effetto serra ed il surriscaldamento del Pianeta). Qui mi fermo, perché non si sono ancora auto-accusate le multinazionali della chimica, della genetica, della farmacologia…, insuperabili maestre nell’assalto alla diligenza (un piano di volo con cinque scopi diversi costa cinque volte meno…).

7) Quali sono le sostanze impiegate, come e per quanto tempo rimangono sospese in aria?
07-12-2013 D.709gen2014 - D.7Alluminio, bario, manganese, quarzo, stronzio, titanio, zolfo (solo per citare i più comuni), tutti a livello di nano-cristalli, sia come individui chimici che composti (sali). A questi vanno aggiunti i “polimeri”, che servono per mantenerli in sospensione il più a lungo possibile. L’aerosol staziona in troposfera da alcune ore a più giorni, in dipendenza dalle correnti in quota, fino a stratificarsi in “innocue velature”, simili a nebbia alta, che ricoprono il cielo ed oscurano il sole.
Pesaro, 10-4-14 - D.7scie - D.7
http://www.youtube.com/watch?v=M5kk9z_SHG4

8) Queste sostanze che effetto hanno nel momento della ricaduta, inquinano? in che termini?
Tutti gli elementi citati, estranei alla composizione della troposfera in percentuali massicce, sono da considerarsi pericolosi per la salute umana e animale, sia quando sono ancora in sospensione nell’aria (per inalazione diretta), sia quando ricadono al suolo, specie se veicolati da precipitazioni (pioggia, neve), che li fanno penetrare nelle falde freatiche alimentanti gli acquedotti.
pdf da consultare:
H2O NUORO, 21-12-11 – D.8

9) Rispetto all’uomo, alla natura, possono innescare o stimolare malattie?
Senza voler fare terrorismo psicologico, la risposta è SI’: ma non la danno i “complottisti”, bensì i medici. L’accumulo di alluminio genera l’Alzheimer e l’autismo; il bario la SM (sclerosi multipla), la SLA (sclerosi laterale amiotrofica) e la BSE (encefalopatia spongiforme bovina):
http://www.thenhf.com/article.php?id=3298
http://ddata.over-blog.com/xxxyyy/3/27/09/71/2012-2013/MIT–aluminium–autisme.pdf
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/15082100

alcuni pdf da consultare:
Alluminio, tossicità – D.9
BARIO & sclerosi multipla – D.9
Bario, tossicità – D.9
MIT- Alluminio & Autismo, traduzione – D.9

10) Avete dati di correlazione fra zone irrorate e aumento delle patologie?
La compilazione delle epidemiologie localizzate sul territorio nazionale è compito istituzionale delle ASL, che ovviamente si guardano bene dall’ipotizzare come possibile concausa delle suddette patologie il fenomeno delle chemtrails, che “ufficialmente” non esiste. Nonostante questo, recentemente un quotidiano non “schierato” editorialmente ha pubblicato un’indagine molto seria e preoccupante:
http://www.losai.eu/bergamo-in-6-anni-alzheimer-57-scie-chimiche/
pdf da consultare:
L’ECO di BERGAMO – Malati di Alzheimer raddoppiati in 6 anni – D.10

11) Sappiamo che le scie chimiche sono di genesi militare, ma ormai coinvolgono anche voli civili, per quale ragione le compagnie aeree civili hanno acconsentito a nebulizzare?
Quando il “cost” è troppo “low”, i valori aggiunti sono i serbatoi sotto le toilettes…:
pdf da consultare:
Ingegnere Aerospaziale rivela – D.11
https://www.youtube.com/watch?v=0WNI13AYkRE

12) Da un punto di vista legale, in Italia o in Europa, non esiste normativa da impugnare?
Bruxelles - D.12Finora abbiamo ottenuto solo un… pugno di mosche, grazie alla connivenza, complicità e sudditanza militar-politico-economica da parte dell’Europa, che, come l’Italia, è una colonia della NATO. Nel 1998 era già stata presentata una petizione all’Europarlamento = nessuna risposta. Nel 2013, a proprie spese, i rappresentanti di quasi tutti i Paesi comunitari sono tornati a Bruxelles (me compreso), per alzare la voce su questo argomento: basta promesse (= prese in giro), vogliamo risposte ed azioni. Quali ? Non mi faccio troppe illusioni…
pdf da consultare:
Bruxelles, 9-4-13 – D.12
Skyguards Cartolina Petizione ITA - D.12 Thank you ! D.12

13) Tutti i paesi subiscono irrorazioni o alcuni hanno questo “privilegio” in maniera particolare? In base a cosa viene scelto un paese invece di un altro?
Scie Giappone - D.13Chi detiene il potere, lo esercita come, dove e quando vuole. L’intento criminale prevede l’irrorazione totale (Giappone compreso), l’ultima Caporetto è stata la Svizzera, un tempo “oasi felice”, ora non più: come recitava uno spot televisivo, “i soldi non hanno identità, ma fanno comodo a tutti”…
pdf da consultare:
SIGONELLA – D.13

14) Quali saranno le prossime mosse dei ricercatori in questo campo?
Utopia (ma non troppo): imitare lo Sceriffo canadese, che minacciò di sparare col fucile da caccia al cinghiale (portata oltre 1 km.) contro quei velivoli, privi di livrea identificativa, che ogni giorno sorvolavano radenti la sua cittadina, irrorandola di sostanze che fecero ammalare buona parte della popolazione, specie anziani e bambini… Miracolo, gli aerei non passarono più per qualche tempo; poi… che lo Sceriffo abbia esaurito i proiettili?

15) Come tradizione l’ultima domanda lascia pieno campo libero, la parola a Giorgio Pattera.
Ma, scusi, a Lei (che ha il telefono controllato e viene considerato “fuffologo = venditore di fuffa” dai colleghi-comparse nel film “Per qualche cattedra in più…”), chi glielo fa fare, tutto questo?
L’insegnamento di Gandhi: “Prima ti ignorano, poi ti deridono, poi ti combattono. Poi vinci ”.

venerdì 19 settembre 2014

Antibufala: la foto dei piloti che protestano contro le “scie chimiche”

Il Disinformatico



Circola su Internet, in particolare su Twitter, l'immagine mostrata qui accanto: un'impressionante sfilata di piloti civili in divisa che reggono cartelli sui quali sono stampate griglie di scie lasciate in cielo dagli aerei. Sulla foto campeggia la dicitura “Ci rifiutiamo di uccidere i nostri amici e parenti”.

I più creduloni fra i seguaci della tesi di complotto delle “scie chimiche” alla quale allude la foto l'hanno interpretata come la prova che il complotto è reale e che i piloti non ne vogliono sapere di continuare a fare le presunte irrorazioni clandestine con i loro aerei.

La foto darebbe ai sostenitori dell'esistenza delle “scie chimiche” quello che a loro manca dagli ormai lontani anno Novanta, quando nacque questa tesi di complotto, ossia degli esperti qualificati che confermino scientificamente le loro accuse. Finora non ne hanno trovato neanche uno, per cui trovarsi addirittura con una marcia pubblica di piloti che protestano contro le “scie chimiche” sarebbe una svolta clamorosa.

Ma devo deludere gli sciachimisti: come risulta da una semplice ricerca per immagini simili con Tineye.com o dalla consultazione di Hoax-Slayer.com, la foto è un falso fabbricato da Dees Illustration Studio, un sito specializzato in fotomontaggi a sostegno di qualunque tesi di complotto (compresi gli uomini lucertola), partendo da una fotografia della protesta tenuta effettivamente da piloti di linea a New York il 28 settembre 2011, ma non per protestare contro le “scie chimiche”: per dimostrare contro gli stipendi inadeguati e le condizioni di lavoro precarie dei piloti della Continental e della United.

I cartelli originali, infatti, racconta Forbes, recavano slogan e l'immagine dell'eccezionale ammaraggio d'emergenza nel fiume Hudson di un aereo di linea avvenuto nel 2009 e nel quale il pilota, il capitano Sullenberg, salvò tutti i passeggeri. Ci sono varie foto della manifestazione presso il Daily Mail. Fra queste c'è la versione non manipolata dell'immagine “chimica”.


Credit: Getty Images

martedì 26 agosto 2014

Cose Veramente Brutte: Scie Chimiche - La Guerra Segreta, Il documentario che è comunque meglio di un calcio nelle palle. Forse.

Wasp, sanremo e il cielo


ADRIANO CAPASSO

Salve a tutti, su questo blog scrivo poco, e potrei dirvi che è mia intenzione cambiare la cosa ma l'ho detto così tante volte che non sarei credibile, e la fluttuazione delle visite è enorme, e anche se le recensioni fanno le loro visite so benissimo che niente vi piace come quando parlo di complottisti.
E quale occasione migliore per parlarne che l'uscita, finalmente, del "documentario" ad opera di Rosario Marcianò sulle Scie Chimiche.
No davvero, non è una battuta.

Andiamo con calma, chi è Rosario Marcianò? Penso che sia al momento il più importante esponente in Italia della teoria delle scie chimiche. Potete immaginarvi gli altri. Siccome non ho voglia di impelagarmi a discuterne il profilo, vi linko un ottimo riassunto: La Carta d'Identità di Rosario Marcianò. [la stessa è pubblicata anche su questo blog. Ndr]

Perché RM mi sta sul cazzo? Potrei dirvi che è perché diffonde notizie false, perché qualcuno sostiene, ma io non ci credo [cit.], raggiri poveri gonzi a fargli donazioni parlando di teorie campate in aria, ma in realtà è per questa cosa qui. Se scorrete l'elenco, o usate la funzione trova del vostro browser, trovate anche il mio nome. Secondo Rosy io sono un normalizzatore pagato dal sistema.

Prima di continuare, so che non tutti sanno di cosa si parla quando diciamo scie chimiche, quindi vi agevolo link di wikipedia dove viene spiegato tutto abbastanza bene: Leggi qui.
Quello di cui vi parlo oggi è un video di un'ora che è l'apoteosi della cagata, il documentario "Scie Chimiche - La Guerra Segreta". Si trova integralmente sul tubo, e siccome nella vita non ho un cazzo da fare ho deciso di farmici due risate sopra. Andiamo ad incominciare.

DISCLAIMER: Non è una recensione ma una raccolta di impressioni durante la visione. Ci sono i tratti salienti e tanto perculamento, e mi dispiace se sia difficile seguirmi, ma devo riprendermi dalla visione e comunque anche l'originale è senza capo ne coda. 
Ne ha parlato per mesi, ha chiesto donazioni a chiunque, e finalmente...

Sembra quasi una roba professionale così.
 
Dopo una sequenza di immagini della natura che sicuramente saranno rubate a qualche documentario serio abbiamo finalmente i nostri mostri oscuri: gli schikimiki!! E subito compare sullo schermo...


 
Tale Giorgio Pattera, che viene qualificato come biologo. Oh, c'è scritto così, sarà vero, che se ne esce con: "Tutte le teorie in campo scientifico sono vere finché non viene dimostrato il contrario".


 
Oh, ciccio, ma la laurea l'hai trovata per strada? Guarda che mica funziona così, è l'esatto contrario. Ma hai annodato la cravatta troppo stretta e il sangue non arriva al cervello?
Siamo a 1:08 e già la prima cagata colossale è stata lanciata.
Poi parte con un discorso privo di un filo logico. Io mi sto immaginando la scena "Ma cosa devo dire?" "Ma che ne so, io accendo la videocamera, tu parla, di' qualcosa". Poi tira in ballo Galileo. Non sta tentando di far passare un parallelismo tra Galileo e Rosy vero? Vero!?
Seguono titolo, ennesima intro stile "la guerra c'è sempre stata bla bla bla"


 
Altre immagini per cui suppongo un giorno la SIAE chiederà il conto e finalmente: "I militari hanno fatto il salto di qualità: controllare il clima e usarlo contro altre nazioni".
Puro terrore, perché "Ti faccio passare un'estate piovosa" come minaccia è decisamente peggio di "ti lancio un'atomica contro".
Mentre mi interrogo su chi può essere il narratore che si è prestato ad una cosa del genere, e quanto è stato pagato, si porta il discorso su una proposta di legge di un senatore americano che avrebbe voluto mettere al bando tutte le armi esotiche, chemtrails comprese. Ma che dovrebbe significare?
"Voglio mettere al bando nunchaku, sciabole, kukri e scie chimiche".
Poi non è che se un senatore le vuole mettere al bando allora esistono. Ma ecco che arriva la definizione! "Geoingegneria clandestina".
EH?
Ma se la fanno i governi come fa ad essere clandestina?
Oppure nel senso che entrano illegalmente nei paesi? Mi immagino Matteo Salvini: "Basta con queste scie clandestine, noi vogliamo solo vere scie italiane."
Segue "prova schiacciante" che è sempre la stessa roba trita e ritrita e che non prova nulla, termini a casaccio, diventa difficile seguire, aiuto, siamo al minuto 5 e io già mi sono rotto i coglioni.
"I nostri cieli sono opachi, bianchicci, almeno dal 1995"
Non so a voi, magari sono daltonico io, ma a me il cielo pare azzurro.
Bambini, il motivo per cui vi dicono di non drogarvi è che poi altrimenti diventate così:


 
Questo tizio qua, che è la dimostrazione lampante del fatto che il sistema scolastico italiano sia da rivedere, ci informa che non ci vuole molto ad analizzare il fenomeno delle scie. Infatti è quasi unanimemente considerato 'na cazzata grossa quanto e una casa, di 3 piani e col garage enorme.
Ragazzi, nel giro di 2 minuti la percentuale di umidità per le scie di condensazione passa dal 60 al 70%, a fine documentario ci diranno che possono formarsi solo sott'acqua. Dopo, un'attenta disamina fatta di una balla dietro l'altra sulle scie di condensazione. Sono occupato a controllare i dati riguardanti le scie di condensazione, quando ecco che mi arriva una bomba fra capo e collo che mi lascia stordito per 10 minuti buoni:


DOCUMENTARISTA!?!?!?

Ok, da domani mi qualificherò come scrittore, ho deciso, scrivo un blog quindi sono uno scrittore. Mi pare una logica conseguenza, giusto?
Ripresomi dal momento non posso esimermi dal tirare un sospiro di sollievo, Rosy si mostra in tutta la sua magnificenza.
Si parla poi di Edward Teller e della sua proposta del '97, di cui l'unica fonte rintracciabile è un articolo del corriere e poi una trafila di siti complottisti.
'Spettate, ma non era dal '95 che i cieli erano bianchi a causa delle scie? E la proposta è del '97? Proposta, quindi minimo minimo le scie dovrebbero cominciare nel '98. Forse è la mia idea di tempo ad essere sbagliata.
Narratore: "Gli aerei con le loro scie [...] volano a bassa o bassissima quota, questo è un fatto dimostrato" MA DA CHI!? MA QUANDO!?
Braccia rubate all'agricoltura. [e teste a spaccare pietre in miniera. Ndr]


 
Questa tabella non ha il minimo senso, sono termini e immagini messe a casaccio. Tanto per dire, l'ozono non puoi mescolarlo ai carburanti visto che allo stato liquido è esplosivo.
Siamo al minuto 10 e io sto per mollare tutto, quando ecco che si parla di polimeri! E il fisico di prima ci spiega che non possono essere tele di ragno. Non spiega PERCHÉ lo dice e basta. E io dovrei crederti sulla fiducia? Ah giusto, "Tutte le teorie in campo scientifico sono vere finché non viene dimostrato il contrario".

C'è un'ennesima spiegazione priva di senso sul perché non possano essere scie di condensa, e io non capisco perché in questo caso le spiegazioni di ingegneria vanno bene per spiegare i motori. È un loop logico: o ammetti che gli aerei sono come te li descrivono e quindi che non rilasciano scie chimiche o non puoi usare la descrizione degli aerei come prova solo quando ti fa comodo. Gli ingegneri sono bravi quando ti danno ragione e venduti quando ti danno torto?
Comunque vi risparmio di parlare di tutta la parte che segue riguardo presunti documenti prova che non provano nulla perché dovrei fare screen e commentare cose sbufalate decine di volte.
Torna il biologo che ci parla di meteorologia. Posso chiedere perché? Per parlare di biologia chiamerete un avvocato? Io sto mandando a velocità 1,50X altrimenti il botto dei miei testicoli si sente fino a Mosca. Ah, qualcuno sarebbe tanto gentile da spiegarmi perché questa fissazione per il bario? Parlano sempre di bario...

"Raccogliamo l'acqua piovana, la facciamo analizzare e abbiamo trovato degli elementi che non sono concepibili" QUALI!? Bario [e rieccolo], alluminio, manganese, torio e cesio radioattivi, rame, titanio, cadmio, gallio, silicio, litio, cobalto, piombo, nichel, ferro, etilene di bromuro, funghi, batteri, virus. Nient'altro?
Aspetta, ma questi li trovano quando raccolgono l'acqua piovana? Perché nel caso c'è un bellissimo GRAZIARCAZZO!

Vi prego uccidetemi.

 
Scelgo un'immagine totalmente a caso per rispettare lo spirito registico e rimango un po' interdetto dal fatto che Rosy ci spieghi come l'aggiungere additivi anti-polimerizzazione sia una prova del fatto che i carburanti rilascino polimeri nell'aria. Ma sono ritardato io evidentemente.
Dopodiché attenzione! Perché ci viene spiegato come anche quelle che sembrano scie di condensa, che si comportano come scie di condensa, che possono formarsi quando si formano le scie di condensa, non sono scie di condensa.

In questo momento nel mio cervello si fa fortemente spazio l'idea che rosario sia caduto dal seggiolone da piccolo, di testa.
È bellissimo come usino il "quindi" quando non c'è nessun senso nell'usarlo. "Le scie sono a quota cumuli quindi non sono di condensa".
Non è vero che ci sia il riscaldamento globale, e se c'è è perché le scie di notte impediscono alla terra di raffreddarsi. Ce lo dice un fisico.



Oddio, si è passati all'utilità delle scie chimiche, e già si è cominciato con "sono molteplici".
Diffondere le onde radio, aiutare i radar, perché trasmissioni radio, tv, gps, umts, etc etc "non funzionano se ci sono nubi".
Dice proprio così "non funzionano se ci sono nubi".


 
Poi si mette a spiegare le scie igroscopiche che "abbassano l'umidità dell'aria".
E la fanno sparire nel nulla?! Cioè, da qualche parte deve andare a finire l'acqua raccolta!!
Ansima, ansima.
"Aumento di malattie mortali tra la popolazione".
E siamo solo a metà.
Torna il fisico, [e trovatelo un altro da intervistare, sono sempre gli stessi due] che concorda con l'idea dell'umidità che svanisce nel nulla.
E lancia una nuova bomba: "Possono essere utilizzate per progetti occulti di manipolazione mentale".
...
https://www.youtube.com/watch?v=ocmzDO-vBR8
...
[Senza fare caso all'audio inglese, ma quanto è fica 'sta scena?]
Mi sono calmato, giuro.
Viene citato l'agente orange, giusto un attimo a sproposito, e ci viene spiegato come uragani, tornado, tempeste, non siano fenomeni naturali, che Cina e Thailandia hanno organi di stato ad hoc per modificare il clima.
Ed ecco che creano la mappa di chi ci guadagna:
- Aziende agroalimentari;
- Chi si occupa di finanza;
- Società chimiche [eh!?];
- Quelli che hanno ricostruito New Orleans dopo l'alluvione;
- Aziende petrolifere;
- Russia, Norvegia e USA che vorrebbero estrarre i gas dell'artico [peccato che al polo nord ci sia solo ghiaccio, è al sud che c'è terra];
- Stati che introducono nuove tasse;
- Compagnie aeree;
- Multinazionali del farmaco;
- Laboratori di ricerca;
- Industrie belliche;
- Centri universitari;
- e ovviamente i Disinformatori.
Penso che, anche se non lo dicono, anche i produttori di action figures e gli intagliatori abbiano la loro fetta di guadagni.
Comunque usa sempre le stesse immagini, un'ora di documentario sempre sulle stesse immagini; e cambiale, cazzo, tanto rubarle per rubarle...
Il narratore racconta come l'E. Coli sia un batterio adatto ad essere usato come nucleo di condensazione. Cioè, mescolano i batteri al carburante? E questi sopravvivono alla combustione?


 
Ma ecco subito il nostro fisico preferito che ci spiega come "le analisi fatte da molte persone a molti cittadini", giusto per rendere la cosa un po' generica, "hanno dato risultati impressionanti". Praticamente hanno fatto qualsiasi analisi tranne quelle in quota? Se veramente gli aerei volano così bassi come dicono che ci vuole ad andare a fare un prelievo in quota?
Sarà che forse è tutta una balla?
[Sarà che sono un disinformatore, io...]
Segue tirata su quanto le scie facciano danni all'ambiente, di come i metalli rilasciati creino problemi al cervello [e vedendo questo documentario viene il dubbio che sia vero], e del fatto che praticamente le scie siano alla base dei problemi del mondo.


Fortuna che ci salverai tu Rosy.
 
"Ci sono nevicate sopra i 3 gradi centigradi", come se far condensare bastasse a far creare i fiocchi di neve. Ah Rosa' ma certo che ne dici de cazzate!


 
Ma ecco il colpo di scena: la geoingegneria marina, che decima il plancton e uccide i cetacei, che si spiaggiano a causa dei segnali radar dei sottomarini.
Segue un'altra grossa fetta di balle, per arrivare finalmente ad uno dei pezzi forti: il prelievo in cabina di un aereo di una compagnia low cost! In cui, ma tu guarda che strano, c'erano sostanze metalliche! In una cabina d'aereo? Noooo, e chi se lo aspettava!


 
Suona il telefono, è il mio avvocato che mi ricorda di non esagerare. Gli faccio presente che tanto potrei non sopravvivere ai rimanenti 20 minuti.
La parola del momento è "conclamarsi" che viene usata come sinonimo di mostrarsi riferito ai fenomeni climatici e quindi puntualmente a sproposito come ci fa presente il dizionario on-line Treccani. Ma! Siamo forse qui a perculare i "documentaristi"? Beh si, quindi ogni scusa è buona.
Un altro colpo di genio: le colture al coperto crescono meglio di quelle allo scoperto, quindi le serre servono a proteggere dalle scie chimiche. Beh ovvio, come abbiamo fatto a non capirlo?
Ecco che subito il narratore ci riporta con i piedi sull'emergenza salute: "i campi magnetici lavorano in sinergia coi metalli" per causare una sfilza di malattie scelte aprendo a caso l'enciclopedia medica.
Siamo vicini al climax, ed ecco che il nostro amico fisico [da questo momento NAF] cala la domandona: "chi sta causando tutto questo?" usando questo sguardo pregno d'emozione, che neanche un Brando dei tempi d'oro:



Siamo proprio curiosi adesso. E la risposta è... "Apparati militari e istituzioni a tutti i livelli."
Cioè tutto e niente, perché altrimenti fioccano le denunce.
Poi per lasciare il discorso ma poter dire comunque che se ne è parlato ci si spara di nuovo una bella sequenza di malattie causate dalle scie, e penso che le uniche che siano rimaste fuori ormai siano emorroidi e candida, ma diamogli tempo.
Rullo di tamburi, a soli 10 minuti dalla fine, ecco che entra in campo il pezzo da 90: LA DISINFORMAZIONE!! E subito si va a puntare il dito contro i media di regime, contro i brutti e cattivi siti internet, c'è un articolo che rimanda anche all'unione europea! È un forte momento di denuncia sociale che scuoterà le coscienze e sarà ricordato per gli anni a venire.
Vengono mostrati fotogrammi di video di non si sa cosa, come fossero lo stesso momento quando in realtà è palese che siano momenti diversi, per dimostrare come vengano manipolati per modificare le coscienze, senza che venga fatto vedere il video integrale prima e dopo. È un momento di alto giornalismo investigativo.
NAF torna sulla scena a spiegarci come i mass media parlino di scie chimiche deridendole senza parlare di tanti scienziati che ne ammettono l'esistenza. Nominarne almeno uno aiuterebbe, ma veniamo lasciati insoddisfatti, perché bisogna correre a paragonare i preoccupati dalle scie chimiche ai preoccupati dall'amianto. Uguali uguali proprio.


Ecco che mi emoziono, ah, siamo al climax, ROSY FACCI SOGNARE!
 
"Persone arruolate, indottrinate ed addestrate a disinformare soprattutto sulla rete". Parla di me!
"Corsi finanziati dall'UE e da alcuni partiti politici". E dopo questa mi viene il dubbio di aver capito dove va il voto di Rosy.
Il nostro scopo è praticamente buttarla in caciara, e questa mi riesce difficile negarla, "protetti dalle istituzioni sovente colluse con la disinformazione". Che grandi mezzi che abbiamo a disposizione.
Però poi i video stanno sul tubo e le pagine su facebook.
Si è vicini al delirio massimo ormai: chiunque abbia studiato, faccia parte di industrie che si occupino di scienza, sia vicino ad ambienti universitari, o in generale a questo punto viva e lavori vista l'enormità di categorie appartenenti al complotto, è complice.
E visto che a questo punto in Italia saranno si e no 20 le persone non coinvolte nel complotto...


 
Sbrighiamoci, che mancano pochi minuti e io sto perdendo troppo tempo dietro a 'ste cazzate.
- Bisogna non confidare nelle istituzioni;
- Coinvolgere scienziati ed ambientalisti seri;
- "sensibilizzare più persone possibili, cominciando dal vicino di casa e passando a parenti ed amici".
Patrick, come rispondere a qualcuno che ti si avvicina dicendo "Ciao, Adriano, vorrei parlarti delle scie chimiche"?


[Lo ammetto, è decisamente il post più volgare che abbia mai fatto, e di molto]

Il tempo è poco, bisogna lanciare qualche bomba a raffica, terrorismo psicologico! Dati senza senso!
"La geoingegneria costa in italia non meno di 20 milioni di euro al giorno" BOOM!
"Nelle fotografie di 30 anni fa, ma anche di 20 anni fa, le scie erano praticamente assenti" BOOM!
"La maggior parte delle persone non potrà vedere una vera scia di condensazione in tutta la sua vita" BOOM!
E subito titoli di coda, con elenco di studiosi di "geoingegneria clandestina alias scie chimiche" [è scritto così].
Voglio morire.
Davvero, ma chi me l'ha fatto fare?

Pubblicato da Wasp a 16:51

BUGIE, SEMPRE BUGIE!

Wasp, sanremo e il cielo

Sulla pagina Facebook di Rosario Marcianò
https://www.facebook.com/rosario.marciano.tankerenemy
ieri sera è comparso questo quasi incomprensibile commento con link a questo blog:



Ringrazio Petra Benz per la gratuita pubblicità: le visite al blog e alla pagina "Contributo" hanno avuto una bella impennata.
Il bugiardo patologico Rosario Marcianò (Il bugiardo patologico è colui che mente incessantemente per cercare ottenere qualcosa e lo fa senza troppo curarsi delle conseguenze che questo comportamento può avere sugli altri, fossero anche "solo" conseguenze emotive. In questo caso l'abitudine alla menzogna è vista come meccanismo per affrontare la realtà, un meccanismo sviluppatosi in età infantile che sovente è associato ad altre problematiche psicologiche. Il bugiardo patologico è in genere manipolativo, autocentrato e ben poco empatico rispetto alla dimensione psicologica delle altre persone.) ha subito approfittato dell'assist per dimostrare la sua patologia:


Il mentitore si riferisce a questo "screeenshot" (con 3 e):


e dichiara che sarebbe "montaggio", un falso dato che lui non lo avrebbe MAI scritto.
È stato molto facile eseguire il controllo e dimostrare che, more solito, scrive falsità.
Sono andato sul mio vecchio blog, alla data segnata sullo screen e ho trovato questo:



"Questo commento è stato eliminato dall'AUTORE"! E chi è l'autore? straker! E chi è straker? Rosario Marcianò, il bugiardo! E il cerchio si chiude.
Rosario, le bugie hanno le gambe corte ma tu... cammini sulle chiappe!
Già che ero su quella pagina di commenti, ho notato e vi riporto un altro esempio della signorilità di Rosario Marcianò (in arte straker): la risposta al commento di cribbio:



Ahahahahahahahah!
Tornando a Facebook, Rosario Marcianò ha proseguito con le sue bugie:



"Il sistema delle minacce è efficacissimo!" Ahahahahah
"La controinformazione onesta"! Ahahahahahahah

>aggiornamento<
Dopo la pubblicazione del post, ho ricevuto dall'amico Nico una ulteriore prova del fatto che quanto da me affermato è la pura verità. Ecco, quindi, lo screenshot del commento poi cancellato da "straker" Rosario Marcianò:




WASP
Pubblicato da Wasp a 14:31

domenica 20 aprile 2014

Costa 1 : Marcianò 0

Fonte : Quelli più pazzi di Murdock..
martedì 15 aprile 2014


Anzi a Paolo Costa (Butac) mi sento di dare 3 punti come a basket.
Come sapete il komandante Straker (al secolo Rosario Marcianò) ha una enorme autostima.. talmente enorme da fargli fare un mare di errori ed ancora più figure di merda. Soprattutto con le "identificazioni" nella sua lista di proscrizione fascista.
Come sapete sono una delle battaglie perse di Rosario, perchè dopo nove assurdi tentativi di identificazione ancora non sa chi sono: sono stato, tra gli altri, Paolo Attivissimo, Francesco Sblendorio, Nicolas D'Amore e più recentemente pensa che io sia un esperto informatico che lavora per il tribunale di Treviso.
Ora vi prego di leggere questo articolo di Paolo Costa della bella pagina Bufale un tanto al chilo, e unirvi a me nella standing ovation.

Rosy, se questa è la precisione delle tue "ricerche" SEI TU LA PROVA CHE LE SCIE CHIMICHE NON ESISTONO. PUPPA!!!!!



Sincerely yours,
Howling Mad
Spruzzato da Nico alle 20:35 1 comment
Nel dossier NWO sotto: chemtards, chemtrails, fascismo targato marcianò, Rosario Marcianò scheda le persone, Straker negazionista

Sono veri e propri scarafaggi


lunedì 14 aprile 2014

 




Questa me la deve spiegare... "i PM" gli piazzano la cimice???

Ma per fare cosa che gli hanno già sequestrato il pc per 2 mesi (e chissà che ci ha trovato dentro)???
L'ultima colossale minchiata del notissimo MANTENUTO alias Rosario Marcianò from Loredana Fantini on Vimeo.

Ma è così che spendi i soldi che i poveri che credono alle tue minchiate ti mandano???

Sincerely yours,
Howling Mad
Spruzzato da Nico alle 01:05 7 commenti
Nel dossier NWO sotto: altro video fuffa di straker, antonio marcianò, Elia Menta, fuffari di facebook, Gianni Lannes, magistratura, Rosario Marcianò scheda le persone


L'uso smodato di fake si ritorce contro Marcianò


domenica 30 marzo 2014

 

Avevo già postato di come era stato smascherato Marcianò e il suo account fasullo Koenig John. Anche la scelta di quel nome denota una fantasia contorta ma soprattutto limitata: Dopo essersi fatto conoscere come Straker (personaggio della serie tv UFO), ecco che arriva Koenig (Spazio 1999).
In ogni caso, l'uso di più account a quanto pare non gli è congeniale visto che fa spesso queste figuracce che lo smascherano.



Altra figura di merda, TOTALE!

Sincerely yours,
Howling Mad
Spruzzato da Nico alle 21:08 4 commenti

BUGIE, SEMPRE BUGIE!

Fonte : Wasp, sanremo e il cielo



Sulla pagina Facebook di Rosario Marcianò
https://www.facebook.com/rosario.marciano.tankerenemy
ieri sera è comparso questo quasi incomprensibile commento con link a questo blog:



Ringrazio Petra Benz per la gratuita pubblicità: le visite al blog e alla pagina "Contributo" hanno avuto una bella impennata.

Il bugiardo patologico Rosario Marcianò (Il bugiardo patologico è colui che mente incessantemente per cercare ottenere qualcosa e lo fa senza troppo curarsi delle conseguenze che questo comportamento può avere sugli altri, fossero anche "solo" conseguenze emotive. In questo caso l'abitudine alla menzogna è vista come meccanismo per affrontare la realtà, un meccanismo sviluppatosi in età infantile che sovente è associato ad altre problematiche psicologiche. Il bugiardo patologico è in genere manipolativo, autocentrato e ben poco empatico rispetto alla dimensione psicologica delle altre persone.) ha subito approfittato dell'assist per dimostrare la sua patologia:



Il mentitore si riferisce a questo "screeenshot" (con 3 e):



e dichiara che sarebbe "montaggio", un falso dato che lui non lo avrebbe MAI scritto.
È stato molto facile eseguire il controllo e dimostrare che, more solito, scrive falsità.
Sono andato sul mio vecchio blog, alla data segnata sullo screen e ho trovato questo:



"Questo commento è stato eliminato dall'AUTORE"! E chi è l'autore? straker! E chi è straker? Rosario Marcianò, il bugiardo! E il cerchio si chiude.
Rosario, le bugie hanno le gambe corte ma tu... cammini sulle chiappe!
Già che ero su quella pagina di commenti, ho notato e vi riporto un altro esempio della signorilità di Rosario Marcianò (in arte straker): la risposta al commento di cribbio:



Ahahahahahahahah!
Tornando a Facebook, Rosario Marcianò ha proseguito con le sue bugie:



"Il sistema delle minacce è efficacissimo!" Ahahahahah
"La controinformazione onesta"! Ahahahahahahah



>aggiornamento<

Dopo la pubblicazione del post, ho ricevuto dall'amico Nico una ulteriore prova del fatto che quanto da me affermato è la pura verità. Ecco, quindi, lo screenshot del commento poi cancellato da "straker" Rosario Marcianò:



WASP
Pubblicato da Wasp a 14:31 8 commenti: Link a questo post